giovedì 4 febbraio 2010

GRAZIANI, PRIMO SUCCESSO SULLA PANCHINA DEL MORRO D'ORO Con il terzo allenatore della stagione, i teramani piegano l'Agnonese. Sabato derby contro l'Angolana dell'ex Marcangeli. I biancorossi puntano sul ritorno di Cichella

MORRO D'ORO -

Una vittoria che fa classifica ma soprattutto da morale. Il Morro d’Oro domenica ha riassaporato il gusto dei tre punti che mancava da sei turni, da quando cioè i biancorossi sconfissero con un rocambolesco 4-3 il fanalino di coda Montecchio.

E’ la prima vittoria della gestione Graziani, conquistata alla prima uscita casalinga. Ma già la gara de L’Aquila aveva dato segnali molto incoraggianti. Per più di un’ora infatti i teramani avevano dominato in casa della capolista senza andare mai in affanno. Un calo fisico e psicologico dovuti all’uomo in meno avevano poi compromesso il risultato finale.

Domenica contro l’Agnonese la prestazione è stata ripetuta se si vuole con un livello di intensità di gioco ancora maggiore. La squadra infatti sta pian piano ritrovando la giusta condizione atletica dopo che a fine 2009 era apparsa in chiara difficoltà dal punto di vista fisico. E su questo si sta maggiormente soffermando il nuovo allenatore che fa del lavoro il suo credo.

Cosciente di avere a disposizione una buona squadra il tecnico Graziani sta cercando di far esprimere ad ognuno il meglio di se stessi. Fondamentale il rientro di Cichella a centrocampo e non solo per la mole di gioco che produce ma soprattutto per il carattere e la determinazione che sa trasmettere ai suoi compagni. E domenica in assenza della sua spalla Malagnino si è ben destreggiato il giovane Feola. La difesa sembra aver trovato maggiore equilibrio con lo spostamento di Librizzi in mezzo a far coppia con Bianchini. Un duo che da fisicità ed esperienza.

Ma la vera nota lieta di domenica è stata Mauro Ragatzu. L’attaccante sardo più volte contestato ha dimostrato nell’unica maniera possibile le sue potenzialità , con i gol. Due reti di grande spessore tecnico, cercato e voluti fortemente. Ragatzu è un giocatore dalle doti tecniche sicuramente superiori per la categoria, ma tanti piccoli problemi ne hanno frenato l’ascesa nella prima metà della stagione.

Ma da qui in avanti potrebbe rappresentare veramente l’arma in più per il Morro d’Oro che ora non dovrà commettere il grave errore di pensare di essere usciti dal tunnel. La classifica parla ancora chiaro con il terz’ultimo posto. E’ vero che i biancorossi hanno lasciato per strada tanti punti in maniera ingenua e a volte clamorosa. Ma il passato bisogna lasciarselo alle spalle e guardare avanti cercando di dare continuità ai propri risultati.

Ne avrà occasione fin da sabato quando nell’anticipo farà visita all’Angolana dell’ex Marcangeli. Un vero scontro diretto con i pescaresi che precedono i termani di solo due lunghezze. Una gara in cui tutte e due le squadre si giocheranno una fetta importante del loro campionato.

abruzzo calcio dilettanti

1 commento:

martin_81_fr ha detto...

Il grande Ragatzu ecco il tabellino di questa imporantissima vittoria !!

Tabellino Morro d'Oro-Olympia Agnonese

Si è vista la mano di mister Graziani!

torna alla HOME PAGE del blog

no loveboy day


contatore